Distributori automatici con nuove tecnologie di pagamento, pro e contro

In Senza categoria

Il settore della distribuzione automatica, in Italia, è da sempre considerato all’avanguardia in quanto si è mantenuto al passo con tutte le più innovative tecniche operative.


Il distributore automatico è un dispositivo in grado di erogare prodotti o servizi agli utenti che hanno preventivamente pagato la quota richiesta.

Solitamente si trova in luoghi pubblici, come uffici, stazioni ferroviarie, aeroporti, ospedali, cinema, scuole o locali utilizzati da comunità.

La tipologia di merce disponibile può essere di varia natura, e principalmente riguarda:

  • bevande, alimenti e snack;
  • sigarette;
  • giornali e riviste;
  • biglietti, tagliandi o tessere prepagate;
  • alcuni articoli farmaceutici.

Vending, il termine tecnico che indica il concetto di distribuzione automatica, è un settore in continua crescita ed in perfezionamento riguardo alle metodologie sia tecniche che economiche, in quanto i sistemi di pagamento rappresentano un aspetto di estrema rilevanza.

Innovazioni tecnologiche dei distributori automatici

Il settore della distribuzione automatica, in Italia, è da sempre considerato all’avanguardia in quanto si è mantenuto al passo con tutte le più innovative tecniche operative; impiegando nuove tecnologie i distributori stanno così abbandonando i classici pulsanti e le fessure dove introdurre monetine, privilegiando schermi touch, prenotazioni via web, digitalizzazione e riconoscimento facciale.

Il ruolo dell’Italia nell’innovazione tecnologica dei distributori automatici

La leadership italiana si concretizza in cifre di assoluto rispetto: si parla di oltre 800 mila apparecchi funzionanti in luoghi pubblici, con un giro d’affari che arriva a sfiorare i quattro miliardi di euro.

Le nuove tecnologie permettono una gestione più efficace dei distributori automatici mirata alle reali esigenze dei consumatori.
Se desideri avvicinarti al settore del vending poiché sei intenzionato ad installare uno o più distributori automatici, sarebbe opportuno che riuscissi a documentarti con attenzione riguardo alle nuove tecnologie di pagamento.

Nuove tecnologie di pagamento dei distributori automatici

L’ultima frontiera nella gestione dei distributori automatici riguarda senza dubbio le modalità di pagamento.

Inizialmente venivano utilizzate le monetine o le banconote, poi sostituite dalle chiavette prepagate, che attualmente stanno scomparendo a favore delle app e degli smartphone, strumenti divenuti ormai indispensabili per la vita di ogni giorno.

Secondo le più recenti linee guida il futuro della distribuzione automatica dovrà fare a meno delle monetine, con evidente vantaggio per gli utenti molto spesso alla disperata ricerca degli “spiccioli”.

Puoi documentarti sul più innovativo standard di pagamento denominato “Mobile Payment”, consistente nell’uso del proprio smartphone che, attraverso specifiche app, è in grado di saldare le richieste economiche dei distributori.

Sono oltre undici milioni i telefonini di ultima generazione dotati di tecnologia Nfc ed abilitati alla realizzazione di pagamenti contactless.

Da alcune previsioni statistiche è emerso che nel 2020 tale forma di pagamento senza denaro arriverà ad un giro di affari stimato tra 50 e 90 miliardi di euro, una cifra piuttosto impressionante.

Considera che queste innovazioni stanno già affermandosi all’estero, mentre in Italia si nota una certa riluttanza da parte di alcuni commercianti, probabilmente spaventati dall’impegno economico iniziale che è necessario investire.

Infatti attualmente soltanto il 2% delle apparecchiature vengono utilizzate per il pagamento cashless, anche se oltre l’80% dei distributori risultano predisposti all’impiego delle app relative.

Rifletti sul fatto che il settore del vending offre delle mini vetrine dei più svariati prodotti ai consumatori, che, sempre più spesso incalzati da ritmi di vita frenetici, sono costretti ad optare per questi metodi d’acquisto.

I gestori, d’altra parte, tramite l’installazione di procedure informatiche collegate alla connettività, possono usufruire di molti servizi, come la possibilità di comunicare alle centrali le statistiche dei prodotti venduti oppure ancora disponibili, l’esaurimento delle merci, l’insorgenza di eventuali disservizi ed anche la rottura delle macchine con immediata richiesta d’intervento.

Pertanto ti conviene valutare scrupolosamente il rapporto tra l’iniziale impegno finanziario indispensabile per l’installazione delle nuove tecnologie di pagamento ed i successivi vantaggi in termini economici che potrai realizzare.

Il POS per i distributori automatici

Per ovviare al fastidioso inconveniente di non poter prelevare alcun prodotto in mancanza di denaro contante, molti distributori hanno optato per le nuove tecniche di pagamento cashless.

Installando il POS potrai abilitare il tuo apparecchio automatico all’autorizzazione di pagamenti di tipo Pagobancomat oppure circuito delle Carte di Credito, con effettivi vantaggi riscontrabili in breve tempo.

Consentendo il pagamento elettronico potrai contare su una maggiore affluenza di consumatori in grado di fruire più agevolmente dei servizi.

A fronte di tali effettivi vantaggi, tieni conto anche di una potenziale ritrosia da parte di alcuni utenti, tendenzialmente prevenuti verso ogni forma d’innovazione tecnologica.

Visto che la fascia di utenza è molto variegata e non soltanto costituita da un pubblico giovane ed abile nell’impiego delle più nuove metodologie informatiche, questo fattore può rappresentare uno svantaggio.

Per cercare di risolverlo, puoi fornire il distributore automatico di cartelli ben visibili sui quali siano riportate chiaramente le istruzioni relative al suo utilizzo; anche le persone meno esperte saranno informate e guidate all’uso della macchina.

Rendere semplice ed immediato il momento del pagamento mediante metodi sicuri ed innovativi rappresenta un requisito fondamentale per l’utente che in tal modo riesce a concludere velocemente l’acquisto, senza alcun vincolo di pagamento in contanti oppure tramite scheda prepagata.